Oltrepò Pavese DOC Metodo Classico Brut Nature “Profilo” Millesimato 1998,
Azienda Agricola Picchioni Andrea

Un vino che emoziona e lascia un’impronta viva e nitida nella memoria. Ho assaggiato il “Profilo” Millesimato 1998 di Andrea Picchioni la prima volta a febbraio quest’anno, incuriosita parecchio dopo averne sentite le lodi da alcuni professionisti del vino che stimo molto.

Senza appuntamento, improvvisando la visita in Azienda un sabato mattina in cui mi trovavo a poca distanza, mi sono presentata per comprare il “Profilo” 1998. Mi ha accolto una signora molto cortese, la mamma del titolare Andrea Picchioni, e dopo pochi minuti è arrivato anche il figlio, giovane viticoltore appassionato, che con entusiasmo mi ha parlato del suo vino. Ho ascoltato le sue parole e poi, la sera stessa, ho assaggiato il “Profilo”. Quella è stata la prima volta e, vi assicuro, me la ricordo come fosse adesso. Ne sono seguite altre che hanno confermato la straordinarietà di questo prodotto, suscitando in me sempre nuove e meravigliose emozioni.

Il Millesimato 1998 è uno spumante prodotto con il Metodo Classico da uve vendemmiate nel 1998 (i vitigni sono Pinot Nero per l’85% e Chardonnay per il 15%), imbottigliato nella primavera dell’anno seguente e lasciato per oltre 10 anni sui lieviti che hanno contribuito a conferire al vino le sue caratteristiche gusto-olfattive. In seguito alla sboccatura, ossia all’espulsione dei lieviti residui, ed al rabbocco della bottiglia con lo stesso vino, senza aggiunta di zuccheri, lo spumante è pronto per esser gustato (la bottiglia su cui mi baso per la presente nota è stata sboccata a gennaio 2011).

Il risultato di questo lungo processo di produzione è un vino dal colore giallo paglierino carico, con bollicine fini, intense, persistenti, che si muovono briose nel bicchiere. L’olfatto regala sensazioni uniche: note di crosta di pane, miele, frutta matura, nocciola, mandorla e spezie. Il gusto è secco, pieno, sapido, con una buona acidità ed una lieve nota amara che bilancia un sentore di candito al palato; intenso e persistente. E’ uno spumante dalla complessità intrigante che merita sicuramente l’assaggio da solo o in abbinamento a tutto pasto.

Una curiosità: il nome del vino è un omaggio alla figlia di Andrea Picchioni.

E’ in commercio anche il “Profilo” Millesimato 1994: io lo assaggio, e voi?

Lascia un commento

commenti