Ore 5:30 di domenica 7 novembre: il Vinauta parte alla volta di Roncofreddo (FC); la mattina ? uggiosa e cupa ma nella mente e nel cuore c’? la voglia e il desiderio di assistere a un “evento” di quelli unici, magici e riservati a pochi. In Romagna c’? un paesino – una chicca per storia e tradizione – Roncofreddo. L? c’? Renato Brancaleoni che attende il Vinauta per compiere un gesto che si tramanda da secoli: aprire la “Fossa” e recuperarne il suo “tesoro”. Il viaggio di avvicinamento ? pregno di aspettative. Lascio la Lombardia cupa, attraverso l’Emilia timidamente pi? serena e arrivo in Romagna dove mi attende l’estate di San Martino. Un evento dev’essere un Evento… e anche la meteorologia si deve inchinare. Il maestro affinatore, che tanto conosce e tanto ama coinvolgere per appassionare ed emozionare, ci porta nell’Abbondanza – cos? ? chiamato questo luogo, perch? conservava molte delle derrate alimentari di Roncofreddo. In una stanza c’? la “Fossa” con il suo “tesoro”, che ogni anno impiega 100 giorni per maturare; dentro ci sono 4.000 formaggi, selezionati da Renato nei migliori Caseifici, in molti viaggi da Nord a Sud. La selezione ? fondamentale per ricercare solo quei formaggi che per tipologia e caratteristiche meritano di poter accedere, di poter “entrare” in quel luogo cos? magico: la Fossa. Un po’ per volta vi far? vivere quest’emozione: inizio mostrandovi le prime immagini, nella prossima puntata sar? un video a farvi vivere quel momento. Qui le foto della giornata alla Fossa dell’Abbondanza

Lascia un commento

commenti