È un giro d’affari di 2 miliardi di dollari annuali, quello che gira intorno all’Enoturismo americano: questo successo raggiunto ora dopo la sua nascita negli anni ’70 in California, è stato reso possibile grazie al grande numero di Enoturisti.

Solo nel 2010 si sono contati 21 milioni di turisti, un numero che è destinato a crescere secondo Caroline Beteta, presidente del “California Travel and Tourism Commission” tanto che l’associazione ha un bilancio promozionale annuale di 50 milioni di dollari.

Nel frattempo in Italia, questo settore gira dai 3 ai 5 milioni di euro, ma quest’anno gli “Stati Generali” dell’Enoturismo mondiale si incontreranno proprio a Perugia dal 30 gennaio al 2 febbraio: si svolgeranno degustazioni, press tour, workshop per più di 300 professionisti e non mancheranno aziende, giornalisti e blogger provenienti da 40 diversi paesi per documentare il tutto.

Lascia un commento

commenti